Atti Vandalici negli spogliatoi del Circolo Tennis

Il Presidente Michele Pepe stamattina 28/12/2016 si è trovato di fronte ad uno spettacolo a dir poco raccapricciante nel vedere gli spogliatoi del Circolo Tennis in uno stato disastroso. Di fronte ad una violenza così inaudita e ingiustificata, perpretata da giovani teppisti, ci si lascia prendere da un profondo sconforto nella gestione di una struttura portata avanti con tanta passione e dedizione.

Dopo aver chiuso l’anno 2016 con la riconferma della serie B e di tanti ottimi risultati portati avanti dal nostro settore agonistico, è una mazzata dalla quale non ci si rialza facilmente, soprattutto se crediamo che episodi di questo genere possano ripetersi.

Il Circolo Tennis San Giorgio del Sannio è forte e non si lascia abbattere facilmente da episodi come questo, soprattutto nell’imminenza dell’inizio della fase nazionale di Serie B farà tutto il possibile per ripristinare gli spogliatoi e renderli di nuovo funzionali ed ospitali, ma è necessario l’aiuto ed il supporto di tutti i soci che possono contribuire in qualsiasi modo nel dare una mano.

Immediata è stata anche la presenza del Sindaco Mario Pepe e dell’Assessore allo Sport Massimiliano Gaudino dopo la venuta dei Carabinieri della Stazione di San Giorgio del Sannio, che ha condannato fermamente tale violenza gratuita nei confronti di una struttura Sportiva Comunale che opera da anni nella vita sociale, soprattutto, dei giovani ragazzi Sangiorgesi.

IMG_20161228_094239 IMG_20161228_094301 IMG_20161228_094304 IMG_20161228_094328 IMG_20161228_094337 IMG_20161228_095848 IMG_20161228_095902 IMG_20161228_100241 IMG_20161228_100308 IMG_20161228_100315

Questa voce è stata pubblicata in Notizie. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Atti Vandalici negli spogliatoi del Circolo Tennis

  1. pepe michele scrive:

    sono mortificato e preoccupato per la violenza di questi giovani ragazzi che si spingono a fare ciò. siamo fortunati che i nostri figli vivono con sani principi all’insegna dello sport e del sano confronto un saluto il presidente michele

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *